Indietro

PUBBLICATO IL NUMERO DI MAGGIO DELLA RIVISTA TIR

Anche il numero di maggio di Tir ha avuto come argomento principale l’emergenza da Covid-19. Grande spazio è stato dato all’Europa, con la Commissione europea che ha deciso di uniformare le regole sui trasporti: prevista, tra le altre cose, una proroga di sei mesi per patenti, certificati di guida professionali e revisioni scadute. E’ stata preparata anche un’infografica con le varie misure assunte dagli Stati membri per contrastare la diffusione del virus, in modo che chi esegue trasporti internazionali possa essere preparato sui documenti da portare e sulle norme in vigore. Un’altra infografica ha invece riassunto le misure che devono essere adottate sul luogo di lavoro da parte delle imprese di autotrasporto.

Si è poi parlato dell’accordo siglato tra associazioni datoriali, sindacati e ABI, in base al quale le banche pagheranno l’anticipo della cassa integrazione, e degli effetti che le prime settimane di lockdown hanno avuto sull’economia italiana: 2,2 milioni le imprese italiane che hanno sospeso le attività. 

Tra gli altri argomenti trattati, il tema della sostenibilità, con un’intervista al presidente di Ispra, Stefano Laporta, e quello della logistica collegata ai porti: secondo il report “Corridoi ed efficienza logistica dei territori”, infatti, il trasporto su gomma è la modalità principale di movimentazione delle merci da e per gli scali del Nord Italia.

Infine, per quanto riguarda la tecnica, si è parlato del futuro a idrogeno dei mezzi pesanti, visto che sia Daimler e Volvo insieme, sia Toyota, hanno annunciato lo sviluppo di veicoli pesanti alimentati a celle a combustibile.

Ultimo aggiornamento 13.05.2020